Thumb ancona Ancona

Default ancona1
Fonte: Ancona Municipality
Bigger thumb valeria mancinelli Sindaco

Valeria Mancinelli

Biografia

Breve storia

Ancona fu fondata dai coloni siracusani intorno al 390 a.C. Fu conquistata da Roma nel II secolo a.C. e divenne un porto fiorente, particolarmente favorito dall'imperatore romano Traiano, che allargò il porto. Attaccata da goti, longobardi e saraceni, Ancona declinò ma riprese la sua importanza nel Medioevo. Ancona era una delle 5 città della Pentapoli marittima sotto l'esarcato bizantino di Ravenna. La sede di una marcia carolingia, divenne una repubblica semi-indipendente sotto il controllo papale. Nel 1532 fu istituito il dominio papale diretto e, ad eccezione di un periodo di dominazione francese, fu mantenuta fino a quando Ancona divenne parte dell'Italia nel 1860. La città fu bombardata dalla flotta austriaca durante la prima guerra mondiale e subì gravi danni da bombardamenti alleati durante Seconda guerra mondiale.

Notevoli monumenti, restaurati dopo la guerra, includono l'arco di marmo di Traiano; la Chiesa di Santa Maria della Piazza dall'XI al XII secolo e la Cattedrale di San Ciriaco dal XII al XIII secolo. In origine, il porto era protetto solo dal promontorio a forma di gomito da cui la città italiana prende il nome (angkon in greco significa gomito), con moderne installazioni costruite dalla seconda guerra mondiale, tra cui una raffineria di petrolio.

Ancona è una città e porto marittimo nelle Marche, nell'Italia centrale, con una popolazione di circa 102.000 (2015). È la capitale della provincia di Ancona e della regione. La città si trova 280 km a nord-est di Roma, sul mare Adriatico, tra le pendici delle due estremità del promontorio di Monte Conero, Monte Astagno e Monte Guasco.

Il porto di Ancona è il punto centrale dell'attività economica della città. È uno dei porti più importanti dell'Adriatico per passeggeri, merci e pesca. Ancona è anche il principale centro economico e demografico della regione.

Cattedrale di San Ciriaco

Ancona2

Dedicata a San Ciriaco, la Cattedrale fu completata nel 1189. È un bell'edificio romanico in pietra grigia, costruito a forma di croce greca, e altri elementi di arte bizantina. Ha una cupola dodecagonale al centro leggermente modificata da Margaritone d'Arezzo nel 1270. La facciata dell'edificio ha un portale gotico, attribuito a Giorgio da Como nel 1228, che doveva avere un arco laterale su ciascun lato.

L'interno della Cattedrale, che ha una cripta sotto ogni transetto, nella principale conserva il suo carattere originale. Ha 10 colonne che sono attribuite al tempio di Venere. La Cattedrale di San Ciriaco fu restaurata negli anni '80.

Arco di Traiano

Ancona3
Fonte: Ancona Municipality

L'Arco di Traiano rappresenta un marmo alto 18 metri, eretto nel 114-115 come ingresso alla strada rialzata in cima alle mura del porto di Ancona in onore dell'imperatore che aveva creato il porto. L'Arco è uno dei più bei monumenti romani delle Marche. La maggior parte dei suoi arricchimenti in bronzo originali sono scomparsi. L'Arco sorge su un podio alto avvicinato da un'ampia rampa di scale. L'arco, largo solo 3 metri, è fiancheggiato da coppie di colonne corinzie scanalate su piedistalli.