Thumb trento Trento

Default trento1
Fonte: Trento Municipality
Bigger thumb alessandro andreatta Sindaco

Alessandro Andreatta

Biografia

Breve storia

Trento fu conquistata dai romani alla fine del I secolo a.C. Il suo nome deriva dalla parola Trento, che è un omaggio al dio celtico delle acque (a causa del fiume Adige). A loro volta, i romani gli diedero il nome Tridentum in omaggio al dio romano Nettuno.

Dopo la caduta dell'Impero Romano d'Occidente, il vescovato indipendente di Trento fu conquistato da Ostrogoti, Bizantini, Longobardi e Franchi, diventando infine parte del Sacro Romano Impero. L'imperatore Corrado II creò i principi vescovi di Trento, che esercitavano poteri sia temporali che religiosi nel 1027.

Nei secoli seguenti, tuttavia, la sovranità fu divisa tra il Vescovado di Trento e la Contea del Tirolo. Nel XIV secolo, la regione di Trento fa parte dell'Austria. I duchi d'Austria (Famiglia degli Asburgo) furono anche i conti del Tirolo e governarono la regione per 6 secoli, fino al 1918.

Nel XVI secolo, Trento divenne nota per il Concilio di Trento che diede origine alla Controriforma. Durante questo periodo, e come espressione dell'umanesimo, Trento era anche conosciuta come il sito di una macchina da stampa ebraica.

Nel 1802 a seguito della riorganizzazione del Sacro Romano Impero, il vescovato fu secolarizzato e annesso ai territori asburgici. Nel 1805 il trattato di Pressburg cedette Trento alla Baviera. Il trattato di Schönbrunn 4 anni dopo lo diede al Regno d'Italia di Napoleone.

In risposta, la popolazione locale inscenò una resistenza armata al dominio francese. Il leader della resistenza Andreas Hofer, che recuperò Trento per gli austriaci nel 1809, fu accolto con entusiasmo dalla popolazione della città. Circa 4.000 volontari trentini sono morti in battaglia contro le truppe francesi e bavaresi. Nel 1810, Hofer fu catturato e portato a Mantova dove fu fucilato per ordine di Napoleone.

Con la sconfitta di Napoleone nel 1814, Trento fu nuovamente annessa all'Impero asburgico. Trento fu governata dall'amministrazione secolare del Tirolo. Nei decenni successivi, Trento conobbe un ammodernamento dell'amministrazione e dell'economia con l'apertura della prima ferrovia nella valle dell'Adige nel 1859.

Alla fine del XIX secolo, Trento e Trieste, due città con maggioranze etniche italiane, ma ancora appartenenti agli austriaci, divennero obiettivi strategici del movimento irredentista italiano. Nel 1909 Benito Mussolini si unì brevemente allo staff di un giornale locale, ma lasciò Trento perché non riuscirono a creare un gruppo anti-austriaco.

Dopo la prima guerra mondiale, Trento e la sua provincia, insieme a Bolzano e alla parte del Tirolo che si estendeva a sud dello spartiacque alpino, furono annesse dall'Italia.

Quando gli alleati invasero la Sicilia nel luglio del 1943, Mussolini fu rimosso come Primo Ministro. Il paese si arrese agli Alleati e dichiarò guerra alla Germania. Le truppe tedesche invasero l'Italia settentrionale e le province di Trento, Belluno e Alto Adige entrarono a far parte della zona operativa delle Prealpi, annessa alla Germania.

Dal novembre 1944 all'aprile 1945, Trento fu bombardata come parte della cosiddetta "Battaglia del Brennero". Parti della città furono colpite dai bombardamenti degli Alleati. Nonostante i bombardamenti, la maggior parte del centro storico medievale e rinascimentale fu risparmiato. Trento fu finalmente liberata il 3 maggio 1945.

Dagli anni '50, la regione ha goduto di una crescita prospera, grazie in parte alla sua speciale autonomia dal governo centrale italiano.

Trento è una città e un comune sul fiume Adige in Trentino-Alto Adige. È anche la capitale della provincia autonoma di Trento.

Trento è un centro educativo, scientifico, finanziario e politico in Trentino-Alto Adige, in Tirolo e nel Nord Italia in generale. Con quasi 120.000 abitanti, Trento è la terza città più grande delle Alpi e la seconda più grande del Tirolo.

Trento è spesso al primo posto tra le città italiane per qualità della vita e opportunità di lavoro. Trento è anche una delle città più ricche e più prospere della nazione, con la sua provincia una delle più ricche d'Italia.

Trento deve gran parte della sua singolare economia alla sua posizione lungo la principale via di comunicazione tra l'Italia e il Nord Europa e il fiume Adige. Il fiume Adige era in passato un fiume navigabile e una delle principali rotte commerciali delle Alpi.

Il Festival dell'Economia di Trento è stato istituito nel 2006 per consentire e facilitare le discussioni tra economisti e un vasto pubblico. Il festival si svolge ogni anno a fine maggio sui palazzi storici del centro storico di Trento.

TURISMO

Biggest thumb trento2
Fonte: Trento Municipality

Trento offre numerosi monumenti interessanti. La sua architettura conferisce un'atmosfera unica, con influenze sia rinascimentali che romane italiane.

Il centro di Trento è piccolo e i suoi edifici più tardomedievali e rinascimentali sono stati riportati al loro originale. Parti delle mura medievali della città sono ancora visibili in Piazza Fiera, insieme a una torre circolare.