Disponibile in Condividi l'articolo

Nessuno è mai pronto per le grandi emergenze, ma se la Comunità resta unita può fare grandi cose

Intervista con Ottorino Ferilli, Sindaco di Fiano Romano

  • 16 settembre 2020 11:30
  • Author Monika Dimitrova
Medium ottorinio ferilli  alessandro quintiliani   copy
Fonte: Alessandro Quintiliani

Ottorino Ferilli nasce a Roma il 04 Novembre 1975 e vive a Fiano Romano da sempre.  Il suo impegno politico matura presto nel contesto dinamico delle elezioni comunali nel 2006, candidandosi a fianco del centro sinistra con il gruppo dei DS di Fiano Romano.

Riesce a gestire con successo, fino a Giugno 2008, l’Assessorato con delega alla Pubblica Istruzione (Giunta Splendori), realizzando importanti progetti. Da Giugno 2008 diventa Assessore con delega all’Urbanistica nel Comune di Fiano Romano.

A Maggio 2011 viene eletto Sindaco del Comune di Fiano Romano. A Maggio 2016 viene rieletto Sindaco del Comune di Fiano Romano.

Nessuno è mai pronto per le grandi emergenze, ma se la Comunità resta unita può fare grandi coseFiano Romano è situato all'interno dell'area metropolitana di Roma. Foto: Alessandro Quintiliani

Sindaco Ferilli, come descriverebbe brevemente Fiano Romano?

È una realtà dinamica, aperta. Una realtà in pieno sviluppo la cui forte identità le ha permesso in questi anni di non fermarsi e di cercare il confronto sempre, anche e soprattutto con realtà diverse e migliori.

Lei è sindaco dal 2011. Quali sono le sfide più grandi nel suo lavoro quotidiano?      

La sfida più grande che un Sindaco normalmente deve affrontare, è quella di dover far coincidere la propria visione della realtà che amministra con le esigenze delle persone e i bisogni del territorio. Avere un’idea di sviluppo, caratteristica peculiare di chi fa politica per governare, non vuol dire non considerare bisogni e necessità del territorio e della Comunità.

Un’attenta analisi dello stato delle cose può, a mio avviso, far vincere le sfide quotidiane e quelle più ad ampio respiro che un Sindaco si trova a dover superare per mantenere il benessere e l’equilibrio della propria Comunità.

Lei è presente in prima linea per fronteggiare l’emergenza Covid-19 che ha colpito la sua comunità. Quali misure sono state messe in pratica? 

Nel primo periodo di lockdown, subito dopo aver analizzato alcun dati e visto il trend dei contagi, ho deciso di porre limitazioni un po’ più restrittive da subito, anticipando il Governo in alcuni interventi. Scelte impopolari ma che nel lungo periodo hanno dato risultati importanti.

La grande collaborazione da parte dei cittadini è stata la leva per continuare a non scoraggiarsi e proseguire un cammino nuovo, diverso. Nessuno è mai pronto di fronte alle grandi emergenze. Ma in questi anni ho imparato che la Comunità, se resta unita e compatta, può fare grandi cose.

A questo proposito, che messaggio vuole lasciare ai suoi colleghi sindaci italiani?

Di non scoraggiarsi mai, soprattutto quando si pensa di essere inadeguati ad affrontare qualcosa di inaspettato e di cercare collaborazione e stimoli dai propri cittadini. Di fare squadra, con i colleghi, con i dependenti comunali; di cercare sempre il confronto trasversale con tutti, con costanza e grande umiltà, smorzando tensioni e conflitti.

Piano piano, l'Italia esce da questa difficile situazione. Quali sono le prime attività che intraprenderà al di fuori del Covid-19?

Non ho mai smesso di lavorare, neanche un giorno. Sono rimasto in Comune dal primo giorno di lockdown.

In questo momento la nostra attenzione è rivolta alla riapertura in sicurezza delle scuole. Negli ultimi mesi abbiamo dedicato tempo e dato spazio ai rapporti con la Scuola e abbiamo terminato i cantieri per il miglioramento sismico e l’efficientamento energetico della scuola più nota di Fiano, che tra l’altro abbiamo riconsegnato alla cittadinanza qualche giorno fa alla presenza dello Ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina.

Nessuno è mai pronto per le grandi emergenze, ma se la Comunità resta unita può fare grandi coseOttorino Ferille: “In questo momento la nostra attenzione è rivolta alla riapertura in sicurezza delle scuole.” Foto: Alessandro Quintiliani

Quali altre buone pratiche si sviluppano nel comune. Come li finanziate?

Il Comune di Fiano Romano è noto per la qualità del servizio socio-culturale. Di recente, anche grazie ad una nuova risorsa entrata per concorso e che abbiamo inserito come Responsabile del Servizio Socio Culturale, siamo impegnati a garantire maggior servizi ad una forbice di cittadini molto più ampia a causa della pandemia.

I maggior servizi e le attività sono finanziate non solo dai tributi dei cittadini ma anche da contributi sovracomunali e dalla lotta all’evasione che avviene attraverso un modello organizzativo che in passato ha funzionato e che continua a dare ottimi risultati.

Che città vorebbe trovare alla fine del suo secondo mandato?

Una città completamente rinnovata, anzi rigenerata. Io credo che l’Amministrazione in questi due mandati abbia veramente lavorato con il cuore e con le competenze giuste.

Mi auguro che chi verrà dopo proseguirà migliorando l’esistente e lavorando su nuovi progetti perché Fiano possa svilupparsi tenendo sempre come obiettivi la salute delle persone, l’istruzione, la sostenibilità, il decoro e il rispetto di tutte le culture presenti.

Cosa ne pensa di una piattaforma unificata per i comuni europei e il suo principale obiettivo di rendere e mantenere i cittadini europei meglio informati su ciò che sta accadendo nell'Unione europea? Come possiamo essere utili a Lei e ai cittadini di Fiano?

Credo fortemente nell’Unione Europea. La Pandemia ha fatto emergere probabilmente che isolarsi non giova a nessuna Nazione; restare uniti con indirizzi comuni agevola la vita del cittadino europeo e migliora il confronto per trovare soluzioni più innovative e sostenibili.

Ma è necessario farla vedere questa Europa; raccontare storie ed esperienze, far vedere modelli di vita quotidiana possibili. Informare abbassa i livelli di diffidenza verso tutto ciò che è nuovo; farlo raccontando realtà diverse e apparentemente lontane credo sia il modo migliore per rendere più forte l’Europa e i suoi ideali.

Scopri di più su Fiano Romano, qui.



TheMayor.EU si oppone a notizie false e disinformazione. Se incontri tali testi e materiali online, contattaci all'indirizzo info@themayor.eu